4 alternative per ridurre il consumo di plastica in cucina

4 alternative per ridurre il consumo di plastica in cucina

Essere circondati da plastica ormai non ci sorprende più. Provate a guardare nella vostra cucina, mentre state leggendo questo articolo, sono sicura che ognuno di voi avrà accanto a sé uno o più oggetti realizzati o confezionati in plastica. 

Ma se la celebre canzone di Aqua recitava “Life in plastic, it’s fantastic!”, noi possiamo anche non prenderla alla lettera! Infatti, la produzione, il consumo e il non corretto smaltimento della plastica, generano un altissimo impatto ambientale: basti pensare che l’80% dell’inquinamento marino arriva proprio dalla plastica! Ma non perdiamoci d’animo, ecco quindi 4 alternative sostenibili per ridurre il consumo di plastica in cucina.

Bicchieri in bambù

Lo so, i bicchieri in plastica sono colorati, non devono essere lavati e sono una soluzione comoda usa e getta per le feste di compleanno quando ci sono ospiti a casa. Ma hai mai provato i bicchieri in bambù? Sono leggeri, robusti e non alterano il gusto delle bevande in quanto non assorbono sapori ed odori come la plastica. Nella sezione shop del nostro sito ne puoi trovare di diversi colori e creatività, per mantenere un pò di allegria a tavola.

Shopper per la spesa in cotone

Può sembrare un suggerimento sentito e risentito ma gli imballaggi costituiscono ancora circa il 40% della plastica utilizzata! Provate a cercare negozi alla spina o fare un giro nei mercati rionali, le alternative sfuse e di qualità (e anche a Km 0) non mancano di certo. Se preferite invece il supermercato vicino a casa, munitevi di sacchetti in tessuto e il gioco è fatto!

Cannucce in acciaio

Quante volte vi è capitato di lasciarvi conquistare dalle coloratissime cannucce di plastica per le vostre feste in casa o per sorseggiare comodamente i vostri drink nei locali? Probabilmente, ci siamo “cascati” tutti!

Purtroppo, questo prodotto non è sostenibile per l'ambiente. Infatti, proprio con lo scopo di salvaguardare i mari, il Parlamento Europeo ha approvato lo scorso marzo una direttiva che vieta - entro il 2021 - l’uso di alcuni articoli monouso in plastica che inquinano le spiagge europee, tra cui proprio le cannucce di plastica, e obbliga la riduzione dell’impiego di materiali in plastica maggiormente dispersi nell’ambiente.

Ma non preoccupatevi, le alternative sostenibili non mancano! Le cannucce in acciaio rappresentano probabilmente l’opzione più resistente, sono lavabili (anche in lavastoviglie) e riutilizzabili potenzialmente all’infinito.

Bottiglie in vetro

In Italia vengono consumate ogni anno 8 miliardi di bottiglie da 1.5 litri di acqua minerale, che si trasformano in 280 tonnellate di rifiuti in plastica e contribuiscono all’inquinamento dei nostri mari. 

Secondo il rapporto di Legambiente “Imbrocchiamola” del 2014, per ottenere un kilo di plastica Pet servono in media due kili di petrolio. Sapevi che quindi per soddisfare il fabbisogno di 8 miliardi di bottiglie, sono necessarie più di 450 mila tonnellate di petrolio e vengono emesse più di 1.2 tonnellate di CO2? Ecco, anche noi siamo rimasti sbalorditi!

E quale soluzione più semplice delle bottiglie in vetro? Non solo utilizzandole farai una scelta sostenibile per il pianeta, dovrai anche andare meno volte al cassonetto della spazzatura con il sacchetto pieno di bottiglie di plastica!