6 consigli per una beauty routine sostenibile

6 consigli per una beauty routine sostenibile

Il tema dell’inquinamento ambientale è fortunatamente al centro di un’attenzione crescente da parte delle aziende e dei consumatori, sempre più disponibili al bisogno d’aiuto del nostro pianeta.

Si, lo so, ti starai chiedendo cosa c’entra tutto questo con la cura quotidiana della bellezza…Purtroppo, molto! Ed ho le prove: Zero Waste Week, campagna di sensibilizzazione annuale per la riduzione dei rifiuti, ha rivelato come l'industria cosmetica produca ogni anno oltre 120 miliardi di unità di imballaggi non riciclabili. Ma niente allarmismi! Cambiare è possibile e ti sorprenderà come nel nostro piccolo sia possibile fare la differenza. E poiché spesso capire da dove iniziare è più difficile del cambiamento in sé, ecco qui 6 tips semplici ed efficaci per una routine di bellezza eco-friendly

Un buon prodotto è per sempre: evita l’usa e getta

Il primo passo è eliminare i prodotti monouso (spesso in plastica o materiali non riciclabili) e sostituirli con i loro cugini green che, oltre a rappresentare un’alternativa sostenibile, consistono in un ottimo investimento a lungo termine.

Vediamo i più comuni:

Dischetti struccanti riutilizzabili 

È possibile sostituire il classico dischetto in cotone, la cui produzione richiede un’incredibile quantità di acqua, in modo molto semplice: i panni struccanti o i kit di dischetti (in bambù o microfibra) lavabili e riutilizzabili, le spugne (di cellulosa o di mare).

Spazzolino in bambù

Nel caso della cura dentale il bambù si rivela un’ottima alternativa. Il manico di questi spazzolini è 100% biodegradabile, così come le setole realizzate con risorse 100% rinnovabili (quasi sempre nylon riciclabile).

Cotton fioc riutilizzabili o biodegradabili 

Il loro tempo sta per giungere al termine, soprattutto in ottemperanza alla direttiva UE del 2019.

È possibile iniziare a sostituirli sin da subito acquistando quelli in bambù o in legno oppure scegliendo i cotton fioc in materiale sostenibile, lavabile e riutilizzabile. Sono disponibili in due formati, per il make-up e per le orecchie.

Rasoio riutilizzabile 

I rasoi di sicurezza sono l’alternativa migliore al classico rasoio in plastica usa e getta. Anche in questo caso è possibile optare per il manico realizzato in bambù e le lame in metallo che, una volta sostituite, possono essere riciclate con ottimi risultati.

Passa all’alternativa solida

Oltre alle classiche saponette per sostituire il sapone liquido, esistono dei prodotti totalmente zero waste tanto da essere stati soprannominati “nudi” (per l’assenza di pack) e che permettono di sostituire shampoo, detergenti e dentifricio. Scopri i prodotti solidi dei nostri brand

È ormai ovvietà quando si parla di cura per l’ambiente, consigliare confezioni in vetro e alluminio al posto di quelle di plastica, ma non è mai superfluo ripeterlo. Inoltre, per evitare di acquistare più volte i flaconi dei vari prodotti, molte aziende vendono direttamente le ricariche per effettuare il refill da contenitori formato “famiglia” ed utilizzare i dispenser che si hanno in casa.

Regola delle 3R: ridurre, riutilizzare, riciclare

Troppe volte ci siamo fatti prendere dalla foga dello shopping compulsivo, senza considerare le risorse a nostra disposizione: i vasetti delle creme si possono lavare e utilizzare come flaconi da viaggio; è preferibile consumare fino alla fine i prodotti prima di acquistarne di nuovi, infatti, se si taglia il flacone è possibile recuperare ancora molto prodotto. Ricorda: non c’è niente di più sostenibile che utilizzare quello che già si ha.

Infine, non sempre possedere tanti prodotti è sinonimo di efficacia. Prediligi prodotti multifunzionali, di buona qualità, adatti al tuo tipo di pelle e il risultato sarà un successo!

Non la utilizzi? Dalla alle piante: l’acqua non si spreca

Lo so, lo so, una doccia e un bagno caldo sono un toccasana ai quali è quasi impossibile rinunciare e soprattutto d’inverno tendiamo ad aspettare che l’acqua della doccia si riscaldi, lasciandola scorrere per alcuni minuti. Per ridurre gli sprechi basterà mettere una bacinella sotto il getto della doccia e riutilizzare l’acqua raccolta per annaffiare le piante. Altra buona abitudine è ricordarsi di chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti o ci si insapona…Insomma, in questi casi è consigliabile “avere il braccino corto”.

Last but not least… Leggi bene l’etichetta!

Controllare l’INCI dei prodotti che acquistiamo è importantissimo e non solo per l’ambiente, ma anche per la nostra salute. Possiamo prenderci dei minuti per leggere le etichette o avvalerci dell’aiuto di alcune app totalmente gratuite che in pochi istanti segnalano quali ingredienti evitare (ad esempio parabeni, siliconi e petrolati). In ogni caso prediligi sempre ingredienti naturali e la legge sarà dalla tua parte: dal 1° gennaio 2020 è infatti vietato mettere in commercio prodotti esfolianti e scrub contenenti microplastiche. È un piccolo successo, ma ad oggi non è ancora sufficiente.

Adesso sai tutto e se ne avrai voglia potrai far parte del cambiamento!

… Sei piccoli consigli di beauty routine, giganteschi balzi per il nostro pianeta. (semicit)